Silenzio a colori

Un punto rosa galleggia in lontananza.

Lo trattiene al suolo un guinzaglio altrettanto rosa che dondola sottile vicino al capo di una creaturina di colore bianco. Essa scodinzola, lieta di saltellare tra i fili d’erba settembrina. Annusa, colma di tenerezza e semplicità d’amore. Si ferma, riprende il cammino. Tutto è nel presente.

Nel maneggio gli strilli dei bambini emozionati si sono smorzati, andandosene.

Il cavallo, rimasto ormai solo, scuote il biondo della criniera e della coda sul manto caramello. Finché bruca, l’occhio placido e largo osserva intorno.

Un pilota compie il suo quotidiano allenamento di acrobazie con il piccolo aereo rosso maneggevole.

Ne intravvedo la sagoma nera, riparandomi gli occhi dai raggi ancora severi del sole calante.

Chissà come, da lassù, brilla il nastro grigioverde del fiume.

Di sicuro, per me, nessuna giravolta, per favore!

Idillio autentico: può accadere.

La pace nel cuore.

Il respiro regolare, nonostante il consueto baccano negli orecchi.

L’armonia di un attimo è silenzio che si vede.

7 commenti
    • Monica+Mantovani
      Monica+Mantovani dice:

      Lara, amica mia, l’inverno rende sgradevoli le passeggiate lungo l’Adige che faccio nella bella stagione: troppo vento freddo. Ricordarle adesso mi dà un pochino di contentezza.
      Grazie per avermi letta!

      Rispondi
    • Monica+Mantovani
      Monica+Mantovani dice:

      Mauro, sono poche righe che scrivo a mente quando passeggio e penso a tutti noi. Spero possano essere brevi momenti d’incontro delle anime.
      Grazie

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.