Falafel di Fave

Queste polpette, che in Medioriente chiamano falafel, non hanno bisogno di essere salate, le spezie aggiungono gusto. Se non siete sicuri che vi piaccia curcuma e/o coriandolo e/o cumino, potete usare paprica (io adoro quella affumicata) o un pizzico di noce moscata o finocchio o un’altra spezia che vi piace di più. Sono molto sfiziosi ed a noi piacciono un sacco.

Ingredienti

  • 500 grammi di fave decorticate, o ceci secchi, se le fate con i ceci
  • 1 grossa cipolla o 2 scalogni (io scalogni)
  • un mazzetto di prezzemolo
  • cumino, coriandolo, aglio,
  • io aggiungo di mia iniziativa perché mi piacciono, curry e curcuma
  • sale e pepe
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • mezzo cucchiaino di lievito istantaneo per pizze salate (non quello di birra)
  • 1 litro di olio di arachide

Preparazione

Mettere a bagno le fave per circa 12 ore cambiando l’acqua diverse volte durante la giornata.

Trascorso questo tempo, metterle a scolare fin quando sono prive di acqua; magari asciugatele un po’ con dello scottex o nella centrifuga per l’insalata.

Adesso metterle in un cutter insieme al prezzemolo e frullare fino a farle diventare come una farina sabbiosa.

Versare le fave frullate in un contenitore e aggiungere tutte le spezie, un cucchiaino di tutto. A propria discrezione ognuno può aggiungere le spezie che preferisce come ho già detto prima.

Amalgamare bene tutto (io ho impastato con le mani), pepe, il bicarbonato e il lievito; compattare con un cucchiaio l’impasto, coprire con pellicola e mettere in frigo per 2 ore. Se l’impasto dovesse risultare eccessivamente morbido, per qualche motivo, potete aggiungere della farina, un paio di cucchiai, ma non sarà necessario.

Riprendete il nostro impasto e formare delle palline un po’ schiacciate, friggerle in olio di arachide caldo al punto giusto, fino a essere ben colorate come nella foto.

Servite i falafel con insalatina, pomodori se è il periodo, cetrioli… sentirete che bontà. I falafel vanno fritti senza alcuna panatura.

Questa è la versione con le fave, potete farle con i ceci seguendo lo stesso procedimento, l’unica differenza è che i ceci devono rimanere a bagno per 48 ore. Non pensate di fare i falafel con legumi già cotti, non saranno falafel.

 Brii

8 commenti
  1. Maria rosa deserto
    Maria rosa deserto dice:

    Grazie per il bel sito, proverò a fare i falafel…però al forno non posso mangiare fritto..sono sicura che saranno buone lo stesso…vi farò sapere?

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.